The Crime Mag Jeffrey Dahmer Polaroid

the crime mag jeffrey polaroid
the crime mag jeffrey polaroid

The Crime Mag Jeffrey Polaroid

La foto polaroid di Jeffrey Dahmer di Crime Mag

Secondo un articolo del 1994 dell’American Journal of Forensic Medicine and Pathology, Dahmer si sentiva spesso solo e desiderava “ricordi che gli tenessero compagnia”. Secondo ELLE Australia, durante le indagini la polizia ha trovato anche dei disegni che rivelavano l’intenzione del serial killer di usare immagini, scheletri dipinti e teschi per creare un altare nel suo appartamento.

Read More
the crime mag jeffrey polaroid
the crime mag jeffrey polaroid

the-crime-mag-jeffrey-dahmer-polaroid-photos

Tracy Edwards, l’ultima vittima di Dahmer, riuscì a fuggire dal suo appartamento il 22 luglio 1991 e visse per raccontarlo. Secondo ABC News, Tracy ha aiutato la polizia di Milwaukee a trovare 84 foto Polaroid in un cassetto del comodino. Questo ha fermato la furia omicida e cannibale di Dahmer.

Jeffrey Dahmer, soprannominato il Cannibale di Milwaukee, si sarebbe divertito a sperimentare con i corpi delle sue vittime quando erano ancora vive. Faceva loro dei buchi nel cranio e iniettava acido cloridrico nel cervello.

Secondo AP News, le forze dell’ordine hanno trovato 11 teschi sparsi negli schedari, nel frigorifero, nel congelatore e negli armadietti di Dahmer. Nella camera da letto sono stati trovati anche tre torsi senza testa. L’Independent ha riferito che il frigorifero conservava parti del corpo destinate al consumo di Dahmer.

Fotos Que Tomaba Jeff A Sus Victimas Reales Sin Censura
Jeffrey Dahmer

Le immagini grafiche, secondo ELLE Australia, mostravano Dahmer impegnato nella necrofilia e “i corpi delle sue vittime posti in pose provocanti con la schiena inarcata”. Secondo quanto riportato dal sito, l’agente Rolf Mueller era incredulo quando ha detto al suo collega: “Queste [immagini] sono reali”.

il-crime-mag-jeffrey-dahmer-polaroid-photos
Nel 1994, un detenuto aggredì Dahmer, condannato a 957 anni di carcere dopo essere stato riconosciuto colpevole di 15 omicidi.

Related posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *